Vene varicose e loro classificazione

Le vene varicose sono oggi una delle patologie più comuni, che colpiscono una persona su quattro nel mondo.

Gli scienziati hanno studiato la patologia sin dai tempi antichi. Le vene varicose sono suddivise in classificazioni: la natura e la complessità del decorso della malattia.

Cosa sono le vene varicose?

Gambe con vene varicose

Le vene varicose o vene varicose sono una malattia vascolare che si verifica a causa di vene gonfie. Si gonfiano perché perdono la loro elasticità e cominciano a deformarsi sotto il peso del sangue.

Quando la malattia inizia a svilupparsi, colpisce prima i piccoli capillari e solo allora arriva alle vene. Sotto l'influenza di determinati fattori, la circolazione sanguigna negli arti è disturbata. Affinché il sangue salga, la pressione aumenta e lo spinge fuori. Ma a causa della sua stessa densità, non può ascendere completamente.

Pertanto, i resti scorrono lungo le vene e si intasano nelle cosiddette "tasche" formate a seguito dell'indebolimento dei vasi. Nel tempo, il sangue accumulato forma coaguli facendo aderire le cellule del sangue - eritrociti - l'una all'altra.

Pertanto, le vene varicose possono essere chiamate alterazioni patologiche nei vasi, molto spesso compaiono negli arti inferiori.

Ma succede anche sulle mani e persino sui genitali. Le vene sono allungate e possono essere viste attraverso la pelle. Il primo sintomo delle vene varicose è la comparsa di vene varicose e asterischi. Ciò indica che il deflusso del sangue viene violato e parallelamente i vasi vengono distrutti. Per evitare complicazioni, se trovi un pattern vascolare sotto la pelle, devi contattare immediatamente un flebologo.

Secondo le statistiche, 20 persone su 100 soffrono di vene varicose e 10 di loro non sono a conoscenza dell'origine di questa malattia. L'espansione delle vene colpisce maggiormente il gentil sesso, poiché le donne hanno più ragioni e ragioni per la malattia: tacchi alti, gravidanza, fattore ereditario.

Perché si verifica il blocco delle vene?

Ci sono molti diversi fattori che causano lo sviluppo delle vene varicose.

Considera il più semplice:

  1. camminata e attività fisica. A rischio sono le persone che trascorrono molto tempo in posizione eretta, ad esempioB. Lavoro in piedi. Quando una persona si alza, le vene sono sotto pressione. Se prendiamo in considerazione la forza di attrazione, diventa chiaro che in questo momento le vene sono deformate. Ecco perché è importante riscaldarsi, sedersi a volte. Fai squat o esercizi in mezzo. Anche con uno sforzo fisico eccessivo, i vasi sanguigni si dilatano. Di conseguenza, la plasticità naturale si perde nel tempo, il che porta allo sviluppo delle vene varicose.
  2. predisposizione ereditaria. È stato a lungo dimostrato che le malattie cardiovascolari possono essere ereditate. Più precisamente, non sono le vene varicose stesse che vengono trasmesse a livello genetico, ma le caratteristiche strutturali della rete vascolare in tutto il corpo, che possono essere una predisposizione a vari tipi di malattie vascolari.
  3. Lo squilibrio ormonale si verifica più spesso a causa dell'interruzione del sistema endocrino. Il corpo femminile subisce cambiamenti ormonali molte volte nella vita: durante la pubertà, durante la gravidanza, durante le mestruazioni, durante la menopausa, in questo momento. Se gli uomini sono affetti solo da disturbi ormonali che accompagnano l'età di transizione.
  4. Le violazioni nel lavoro del sistema nervoso influenzano direttamente il tono della parete vascolare. Consumo eccessivo di alcol, fumo, assunzione di farmaci, stress costante: tutto ciò distrugge le cellule nervose, il che porta a una diminuzione della flessibilità e dell'elasticità delle reti venose. E questa è una via diretta per le vene varicose.
  5. Altre malattie che possono causare lo sviluppo di vene varicose. Il carico sulle vene aumenta con vari processi patologici, dal raffreddore all'intervento chirurgico. Da questo si può concludere che qualsiasi malattia

È interessante notare che le vene varicose erano considerate una malattia delle persone di età superiore ai 40 anni. Ora questa patologia colpisce anche i giovani di età compresa tra 18-22 anni. Ciò è dovuto a disturbi ormonali, malnutrizione, stile di vita troppo attivo o sedentario.

Come si manifesta la malattia?

vene varicose alle gambe

Le vene varicose possono presentarsi con sintomi diversi. È facile individuarlo da soli nelle fasi avanzate e abbastanza difficile da identificare nelle fasi iniziali quando è il più facile da trattare.

I principali segni dello sviluppo delle vene varicose sono i seguenti fattori:

  • costante affaticamento alle gambe, soprattutto dopo una lunga camminata
  • gonfiore alle gambe
  • Manifestazione di un pattern vascolare sulla superficie della pelle
  • con lo sviluppo intensivo della malattia compaiono noduli venosi e cianosi
  • la vena sporgente è molto dolente, attorno ad essa può comparire prurito
  • crampi

Inoltre, potrebbero esserci altri sintomi associati a disturbi circolatori: un cambiamento della pressione sanguigna, disturbi del lavoro del cuore.

I sintomi descritti non possono essere trascurati, in quanto possono segnalare altre malattie oltre alle vene varicose.

Classificazione delle vene varicose

È già stato detto sopra che gli scienziati studiano le vene varicose da più di un secolo. Durante questo periodo sono state definite diverse classificazioni di questa malattia.

Classificazione in base agli stadi della malattia:

  • Il risarcimento A è la fase in cui non ci sono reclami. Non ci sono crampi, gonfiore o dolore. Ma all'esame le vene sono evidenti su uno o entrambi gli arti;
  • La compensazione B si manifesta con vene sporgenti, dolore, prurito nell'area dei nodi, spasmi periodici, gonfiore e prurito.
  • Lo scompenso è l'ultimo stadio, quando, oltre a tutti i sintomi delle vene, ci sono anche malattie della pelle: dermatite, eczema. La pelle è troppo secca, inizia a staccarsi, a screpolarsi. I capillari scoppiano e, a causa dell'emorragia sottocutanea, si verifica l'iperpigmentazione, che si manifesta con una tonalità lilla-bordeaux.
Medico che esamina la gamba con le vene varicose

Classificazione secondo la forma della patologia:

  • Malattia vascolare senza reflusso
  • lesione segmentale con shunt patologico
  • Lesione estesa con shunt patologico

Classificazione internazionale:

  • lo stadio zero, quando le vene varicose stanno appena iniziando a svilupparsi. Allo stesso tempo, tutti i sintomi sono completamente assenti: dolore, prurito, affaticamento, gonfiore. Occasionalmente possono verificarsi stanchezza e una sensazione di pesantezza alle gambe.
  • la prima fase, in cui puoi già vedere le reti vascolari e gli asterischi attraverso la pelle. In rari casi possono verificarsi convulsioni
  • il secondo - c'è un'espansione delle vene, cioè i vasi sanguigni perdono la loro elasticità e le vene flaccide appaiono come piccoli tubercoli visibili ad occhio nudo
  • Il terzo stadio è caratterizzato dalla comparsa di gonfiore alle caviglie e ai piedi. Non va via dopo il riposo.
  • il quarto grado di vene varicose: comparsa di dermatiti, secchezza, lesioni cutanee
  • Il quinto stadio delle vene varicose è la comparsa di una condizione pre-ulcerativa, in cui la pelle scoppia costantemente, sembra blu o bordeaux. Le ferite fanno male, i gonfiori non scompaiono, le vene non si nascondono
  • il sesto stadio è un'ulcera trofica. Questa è una ferita che ha la particolarità di non rimarginarsi. Cioè, è una piaga costantemente aperta che è molto dolorosa, la pelle intorno è pruriginosa e, se si verifica gonfiore, la piaga può crescere

Se segui la classificazione internazionale, le fasi 1-3 sono ancora suscettibili di trattamento conservativo. Ma le forme più avanzate della malattia richiedono solo un intervento chirurgico, in cui le vene vengono rimosse chirurgicamente.

diagnosi della malattia

Diagnosi ecografica delle vene varicose

Solo uno specialista può diagnosticare le vene varicose e determinare lo stadio della patologia dopo diversi tipi di esami del paziente. Gonfiore e dolore possono verificarsi anche con altre condizioni.

Anche il flebologo o il chirurgo vascolare più esperto non può fare una diagnosi basata solo sui sintomi.

La diagnosi consiste nella palpazione e nell'esame. Il medico esamina le vene e valuta le loro condizioni. Successivamente, il paziente deve eseguire un esame del sangue per scoprire le caratteristiche, il numero di cellule del sangue, la capacità di coagulazione e il tasso di riduzione degli eritrociti.

È anche importante confermare o escludere la presenza di batteri o virus patogeni nel corpo.

Un elemento obbligatorio nello studio è la diagnostica ecografica, che consente al medico di vedere il quadro generale.

Cioè, questo metodo aiuta a identificare la condizione delle vene e il grado di "intasamento". Potrebbe essere necessaria anche una radiografia. Per "illuminare" le vene, viene iniettato uno speciale farmaco che consente di vedere l'intera rete circolatoria su una radiografia.

Se durante l'esame il medico sospetta altre patologie, può organizzare un esame con un altro medico, ad esempio un cardiologo, un endocrinologo, un ginecologo e altri specialisti. Il fatto è che prima di iniziare il trattamento, la causa dell'insorgenza della patologia deve essere chiaramente determinata e può essere variata.

metodi di trattamento

Esistono molti metodi di terapia prescritti per le vene varicose. Il tipo di trattamento dipende direttamente dalla gravità della malattia, dallo stadio dell'occlusione venosa e dalle condizioni generali del paziente.

trattamento chirurgico delle vene varicose

Considera i metodi principali:

  1. Il trattamento conservativo comprende una terapia complessa volta ad alleviare i sintomi e ad eliminare la causa principale delle vene varicose. Per prima cosa devi alleviare il dolore e l'infiammazione derivanti dal danno vascolare. È anche necessario bere una serie di diuretici che aiutano a rimuovere i liquidi dal corpo che si sono accumulati a causa della ridotta circolazione sanguigna. Parallelamente, i medici prescrivono farmaci che fluidificano il sangue e rafforzano le pareti dei capillari e delle vene. Pertanto, i farmaci funzionano sotto ogni aspetto e c'è sollievo. Questo metodo è rilevante nella fase iniziale della malattia. Cioè, con ulcere trofiche o una condizione presentata, un tale metodo è inefficace.
  2. Intervento chirurgico durante il trattamento delle vene varicose. Le vene danneggiate e le aree venose gravemente bloccate vengono rimosse durante l'operazione.

La chirurgia laser è il metodo più moderno e ampiamente utilizzato per eliminare i vasi sanguigni colpiti. A differenza della chirurgia, non c'è un lungo periodo di recupero con la terapia laser. Cioè, dopo la procedura, puoi tornare immediatamente al tuo solito stile di vita.

Con un trattamento tempestivo, la prognosi è generalmente positiva. Cioè, se non stringi le vene varicose, la malattia non è così grave. In caso contrario, potrebbero sorgere complicazioni.

A parte il fatto che le vene varicose possono svilupparsi e trasformarsi in un'ulcera trofica, interrompe molti processi vitali, poiché interrompe completamente la circolazione sanguigna nel corpo.